PERCORSI DIDATTICI

percorsi didattici:

Cambiamo Registro!

 

Con il sostegno del Servizio Attività Internazionali della Provincia Autonoma di Trento è attualmente in corso il seguente progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale:

Progetto Cambiamo Registro! – Anno scolastico 2018-2019

Che aspetto avrà il pianeta Terra nel 2033? Potrà sostenere un incremento di oltre due miliardi di abitanti? Quali risorse scarseggeranno? Faremo a meno del petrolio? Si verificheranno guerre per l'acqua? Oggi sono in gioco forze che stanno modellando i domani possibili.

Il progetto CAMBIAMO REGISTRO! propone un'analisi dei futuri in gestazione e ci propone di tornare a essere gli attori principali del nostro avvenire.

Partendo dal presupposto che i margini di azione esistono, il progetto identifica i luoghi e i fattori del cambiamento. Perché il futuro del pianeta non è già stato stabilito.

CAMBIAMO REGISTRO! è rivolto ad adulti, bambini e ragazzi e pone al centro i Diritti Umani come filo conduttore per raccontare mondi lontani, culture, emergenze sociali e ambientali promuovendo l’educazione alla cittadinanza globale come strumento per meglio comprendere la realtà, come officina in cui si possano ricostruire percorsi che abbiano un impatto costruttivo sull'esperienza personale.

Per informazioni e prenotazioni:

Beatrice De Blasi, Responsabile Educazione e Comunicazione di Mandacarù, presso la Sede Amministrativa al n. di tel. 0461.232791, cell. 346.0004418 o inviare una e-mail a educazione@mandacaru.it

percorsi didattici:

alla scoperta del commercio equo e solidale

 

Il Commercio Equo e Solidale si è sviluppato in Italia piuttosto recentemente rispetto ad altri Paesi europei. Nonostante ciò, molti dei prodotti alimentari e artigianali che lo caratterizzano risultano ormai familiari ad una larga fetta di consumatori che cercano con i loro acquisti di promuovere la diffusione di un’economia dal volto più umano.


Il Commercio Equo e Solidale, infatti, propone un approccio alternativo al mercato tradizionale: il suo scopo è far fronte agli squilibri fra Nord e Sud del Mondo, migliorando l’accesso al mercato e le condizioni di vita dei produttori svantaggiati.


In questo percorso didattico viene presentata la realtà del Commercio Equo e Solidale partendo da un’analisi delle dinamiche del mercato mondiale e dei meccanismi che lo governano, nonché dello squilibrio crescente tra la distribuzione della popolazione e quello delle risorse.


Attraverso giochi di ruolo, testimonianze, schede informative contenute nelle quattro sezioni in cui si articola il materiale didattico che verrà fornito agli insegnanti, i ragazzi saranno stimolati alla riflessione e ad una discussione comune, fino alla scoperta della proposta del Commercio Equo e Solidale.
Il materiale didattico è stato pensato principalmente per un impiego in classe, per un lavoro coordinato da insegnanti o da educatori delle Botteghe Mandacarù.


Gli insegnanti e gli educatori possono sviluppare itinerari più o meno complessi a seconda della realtà scolastica in cui operano, avvalendosi delle indicazioni contenute nell’indice.

percorsi didattici:

la MOSTRA DEL CAFFè

 

Un percorso didattico per scuole elementari, medie inferiori e

medie superiori:


Il percorso didattico sul caffè, differenziato in moduli appositamente studiati per le diverse fasce di età e illustrati qui di seguito, è coadiuvato da una piccola mostra in 6 pannelli, prodotti da Altromercato, che raccontano il percorso del caffè, dalla descrizione della pianta, a chi produce e chi consuma, alla crisi del prezzo della materia prima caffè… Il percorso è dotato di apposite schede di approfondimento.

1. Quante storie in una tazzina: Il caffè come prodotto che racconta di paesi e persone lontane.

Obiettivi:

  • Stimolare la curiosità per la “storia” di un prodotto

  • Entrare in contatto con altre culture attraverso l’uso del caffè

  • Conoscere e riconoscere la pianta del caffè

Destinatari: Scuole elementari.

 

2. Vieni a prendere un caffè da noi? Il caffè dal produttore al consumatore.

 

Obiettivi:

  • Conoscere produttori e condizioni di produzione di un prodotto di uso quotidiano

  • Conoscere una possibilità concreta di cambiamento: il commercio equo e solidale

 

Destinatari: Scuole medie inferiori.


3. Più lo mandi giù e più ti tira su…forse! L’informazione possibile: dalla pubblicità alla campagna di pressione.


Obiettivi:

  • Riflettere sugli stereotipi e sul tipo d’informazioni al consumatore veicolate dalla pubblicità

  • Conoscere il funzionamento e l’attuale crisi del mercato del caffè

  • Organizzare una campagna d’informazione/pressione per l’uso del caffè del commercio equo e solidale a scuola
     

Destinatari: Scuole medie superiori.

percorsi didattici:

Il viaggio del cacao

 

Abbiamo scelto come protagonista di questo viaggio il cacao perché è un prodotto che arriva da lontano, che subisce molte trasformazioni e con il quale tutti noi abbiamo un rapporto quotidiano.


Attraverso le schede informative e le tracce di lavoro, i ragazzi impareranno a conoscere questo prodotto a “trecentosessantagradi”.


Le quattro sezioni in cui si articola il materiale prevedono, infatti, un percorso modulare alla scoperta della pianta del cacao, del processo di trasformazione della materia prima in cioccolata, fino ad arrivare all’analisi dei meccanismi che regolano la sua produzione e commercializzazione, sia nel mercato tradizionale che in quello del commercio equo e solidale.


Nelle scuole interessate è prevista la possibilità di allestire una breve mostra in 6 pannelli che illustra il viaggio del cacao

percorsi didattici:

banane scatenate

 

Perché abbiamo deciso di dedicare proprio alle banane questa unità didattica? Rispondiamo per gradi.
Innanzitutto, chi non conosce questo frutto gustoso e nutriente, che compare nella nostra alimentazione sin dai primi mesi di vita? Eppure la banana viene da lontano, spesso da molto lontano.

 

La sua bellissima pianta, per crescere e dare i frutti, ha bisogno di tanto sole e di molto lavoro: quello che i lavoratori sostengono per tante ore al giorno e per pochi soldi nelle piantagioni dell’America Latina, dell’Africa e dei Carabi, che presero piede e si estesero gradualmente dopo la conquista del Nuovo Mondo.

Anche la banana, infatti, come altri frutti “tropicali”, ha una sua storia: coltivata al Sud e consumata principalmente nel Nord del Mondo, essa si presta ad esemplificare lo squilibrio attuale tra le due metà del pianeta.

 

Per gli insegnanti: 


Intorno a queste due coordinate, geografica e storica, si sviluppa una buona parte del materiale che verrà fornito agli insegnanti interessati. Sono presenti anche schede botaniche, informazioni sul processo produttivo, documenti, testimonianze, e tante immagini che documentano la vita di questo frutto e di chi lo produce.

Grafici, tabelle e dati informativi aiutano i ragazzi a far luce su aspetti importanti legati al commercio delle banane e alla realtà del commercio equo e solidale.


I ragazzi saranno stimolati alla riflessione e alla discussione comune anche dalle tracce di lavoro e dai giochi di ruolo; inoltre saranno motivati a sviluppare competenze comunicative attraverso il laboratorio dedicato all’immagine. Il materiale didattico è stato pensato principalmente per un impiego in classe, per un lavoro coordinato da insegnanti o da educatori delle Botteghe Mandacarù.
 

L’area consigliata per un uso proficuo è la scuola del ciclo secondario. Alcune parti possono essere utilizzate anche nella scuola secondaria di primo grado.
Gli insegnanti e gli educatori possono sviluppare itinerari più o meno complessi a seconda della realtà scolastica in cui operano, avvalendosi delle indicazioni contenute.

percorsi didattici:

schermi e lavagne

 

Attraverso la proposta di lungometraggi, cortometraggi, documentari e cartoni animati Mandacarù intende promuovere una riflessione sul cinema inteso non come semplice visione, ma come strumento per meglio comprendere la realtà, come officina in cui si possano ricostruire percorsi che abbiano un impatto costruttivo sull’esperienza personale.

 

Tutti Nello Stesso Piatto è un Festival pensato per far prendere possesso di uno spazio che unisce al divertimento la riscoperta dei desideri più autentici e la costruzione di un confronto che aiuta a comprendere e a comprendersi.

L’intento è di sensibilizzare ragazzi e bambini ad una corretta alimentazione e promuovere stili di consumo responsabile di prodotti di filiera locale e del commercio equo e solidale.

I ragazzi attraverso la visione delle opere in concorso verranno inoltre fatti riflettere meccanismi del commercio internazionale e sui profondi squilibri esistenti fra Nord e Sud del mondo, a partire da una riflessione sulle abitudini alimentari quotidiane, e precisamente dal largo consumo che il Nord fa di prodotti agricoli provenienti dal Sud.

Schermi & Lavagne, raggiunge ogni anno più di 2500 studenti di età compresa tra i 6 ed i 18 anni propone un programma di cartoni di animazione, film e documentari rivolti alle scuole primarie, secondarie di I° e II° grado per approfondire i diversi temi come il diritto al cibo, i cambiamenti climatici, la biodiversità i diritti umani.

Tutte le proiezioni di Schermi & Lavagne saranno seguite da incontri e dibattiti di approfondimento con educatori di Mandacarù.

 

Un’occasione per gli studenti per discutere e riflettere sui temi affrontati nei film ed esprimere le proprie idee.

Alle classi e agli insegnanti vengono distribuite schede filmiche, materiali didattici e pubblicazioni inerenti le diverse tematiche del festival per il proseguo del lavoro a scuola.

Per informazioni e prenotazioni:

Beatrice De Blasi, Responsabile Educazione e Comunicazione di Mandacarù, presso la Sede Amministrativa al numero di telefono 0461.232791,

al cellulare 346.0004418 o inviare una e-mail a educazione@mandacaru.it
 

Mandacarù Onlus via Prepositura, 32 Trento 38122 TN - sede@mandacaru.it - Tel: 0461232791

Banner_io-sono-les_stampa.jpg